Cassazione civile 2011

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza n. 17876 del 31 agosto 2011. Non è legittimato all’opposizione di terzo all’esecuzione, ex art. 619 c.p.c., l’affittuario di una azienda che comprenda i beni mobili oggetto della procedura espropriativa

il commento originale

Corte di cassazione – Sezione III civile – Sentenza 31 agosto 2011 n. 17876. Non è legittimato all’opposizione di terzo all’esecuzione, ex art. 619 c.p.c., l’affittuario di una azienda che comprenda i beni mobili oggetto della procedura espropriativa

Il testo integrale[1]

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza n. 17876 del 31.8.2011

Lo ha deciso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 17876/2011.

Gli Ermellini hanno accolto il ricorso di Equitalia contro una azienda affittuaria, la quale si era opposta all’esecuzione mobiliare esattoriale, avente ad oggetto beni mobili dell’azienda stessa, eseguita dalla Uniriscossioni in danno della società che aveva fittato l’azienda per imposte e contributi non pagati per un totale di circa 500mila euro.

La prevalenza del diritto di credito sulla pretesa del creditore procedente non può riconoscersi alla locazione ed al comodato sicchè quest’ultimi non sono titoli giuridicamente idonei a legittimare il diritto allegato dal terzo.

Per tali rapporti la tutela è allora meramente obbligatoria e può essere invocata esclusivamente nei confronti del dante causa, con le opportune azioni concesse appunto per la limitazione, la compressione, la soppressione delle possibilità di godimento del bene oggetto dell’obbligazione pattiziamente assunta.

Sorrento, 1/9/2011.

Avv. Renato D’Isa


[1] Sentenza consultabile e scaricabile dal portale del Sole24Ore –  Guida al diritto

Annunci

1 risposta »

Lascia un commento o richiedi un consiglio