Cassazione penale 2011

Corte di Cassazione, Sezione V penale, sentenza 15 luglio 2011 n. 28081. Non integra il delitto di diffamazione la segnalazione al competente consiglio dell’ordine di comportamenti, deontologicamente scorretti, tenuti da un libero professionista nei rapporti con il cliente denunciante

 


Il testo integrale[1]

Corte di cassazione – Sezione V penale – Sentenza 15 luglio 2011 n. 28081.


Lo ha deciso la Corte di cassazione con la sentenza n. 28081/2011.

Per i giudici del Palazzaccio non integra il delitto di diffamazione la segnalazione al competente consiglio dell’ordine di comportamenti, deontologicamente scorretti, tenuti da un libero professionista nei rapporti con il cliente denunciante, sempre che gli episodi segnalati siano corrispondenti al vero; questo perché il cliente per mezzo della segnalazione esercita una legittima tutela dei suoi interessi.

Sorrento  18 luglio 2011.

                                                                                              Avv. Renato D’Isa


[1] Testo scaricabile e consultabile sul portale del Sole 24 Ore – Guida al Diritto

 

 

 

Annunci

Lascia un commento o richiedi un consiglio