Cassazione penale 2011

Corte di Cassazione, VI sezione penale, sentenza n. 22502 del 7 giugno 2011. Nel caso di peculato è consentita la confisca diretta delle somme incassate ma non quella per equivalente di beni per un valore corrispondente al “profitto”

Il commento in originale

Corte di cassazione – Sezione VI penale – Sentenza 7 giugno 2011, n. 22502. Nel caso di peculato è consentita la confisca diretta delle somme incassate ma non quella per equivalente di beni per un valore corrispondente al “profitto”

Il testo integrale

Corte di Cassazione, VI sezione penale, sentenza n. 22502 del 7.6.2011

 

Lo ha precisato la corte di Cassazione, sesta sezione penale, con la sentenza 7 giugno 2011 n. 22502, confermando ed attenendosi a quanto già stabilito dalla S.U.P. [1]

Nel caso di peculato[2] è consentita la confisca[3] diretta delle somme incassate (c.d. confisca di proprietà) ma non è consentita la confisca per equivalente di beni per un valore corrispondente al “profitto” (cosiddetta confisca di valore).

Ha aggiunto la S.C. che la confisca per equivalente e, quindi, la cautela reale ad essa funzionale sono consentite solo con riferimento al “prezzo” del reato: nel caso de quo non è stato concettualmente apprezzabile il prezzo del reato.

Sorrento 7/6/2011.                                                                                               Avv. Renato D’Isa


[1] Corte di Cassazione Sezioni Unite penali, sentenza 06 ottobre 2009, n. 38691

In riferimento al reato di peculato, può disporsi la confisca per equivalente, prevista dall’articolo 322-ter, comma 1, ultima parte, del Cp, soltanto del prezzo e non anche del profitto del reato.

[2] Articolo 314  c.p. – Peculato

Il pubblico ufficiale o l’ incaricato di un pubblico servizio, che, avendo per ragione del suo ufficio o servizio il possesso o comunque la disponibilità di danaro o di altra cosa mobile altrui, se ne appropria, è punito con la reclusione da tre a dieci anni.

Si applica la pena della reclusione da sei mesi a tre anni quando il colpevole ha agito al solo scopo di fare uso momentaneo della cosa, e questa, dopo l’uso momentaneo, è stata immediatamente restituita.

—–

Procedibilità: d’ufficio
Competenza: Tribunale collegiale
Arresto: facoltativo (1° comma); no (2° comma)
Fermo: si (1° comma); no (2° comma)
Custodia cautelare in carcere: si (1° comma); no (2° comma) Altre misure cautelari personali: si (1° comma); v. art. 2892 c.p.p.

Termine di prescrizione: 10 anni (1° comma); 6 anni (2° comma)

 

[3] Articolo 322 Ter c.p.  – Confisca

Nel caso di condanna, o di applicazione della pena su richiesta delle parti a norma dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per uno dei delitti previsti dagli articoli da 314 a 320, anche se commessi dai soggetti indicati nell’articolo 322 bis, primo comma, è sempre ordinata la confisca dei beni che ne costituiscono il profitto o il prezzo, salvo che appartengano a persona estranea al reato, ovvero, quando essa non è possibile, la confisca di beni, di cui il reo ha la disponibilità, per un valore corrispondente a tale prezzo.

Nel caso di condanna, o di applicazione della pena a norma dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per il delitto previsto dall’articolo 321, anche se commesso ai sensi dell’articolo 322 bis, secondo comma, è sempre ordinata la confisca dei beni che che costituiscono il profitto salvo che appartengano a persone estranea al reato, ovvero, quando essa non è possibile, la confisca di beni, di cui il reo ha la disponibilità, per un valore corrispondente a quello di detto profitto e, comunque, non inferiore a quello del denaro o delle altre utilità date o promesse al pubblico ufficiale o all’incaricato di pubblico servizio o agli altri soggetti indicati nell’articolo 322 bis, secondo comma.

Nei casi di cui ai commi primo e secondo, il giudice, con sentenza di condanna, determina le somme di denaro o individua i beni assoggettati a confisca in quanto costituenti il profitto o il prezzo del reato ovvero in quanto corrispondente al profitto o al prezzo del reato.

 

Annunci

Lascia un commento o richiedi un consiglio