Cassazione penale 2011

Corte di Cassazione,VI sezione, sentenza del 12/4/2011 n. 14575. La conversione della custodia in carcere in domiciliare solo se adeguatamente motivata

 

Il testo integrale

Corte di Cassazione – VI Sezione Penale, sentenza n. 14575 deopsitata il 12 aprile 2011 – custodia cautelare in carcere

La conversione della misura[1] cautelare degli arresti domiciliari in custodia cautelare in carcere per un pubblico ufficiale accusato di concussione deve essere adeguatamente motivata.

Lo ha deciso la Corte di Cassazione, con la sentenza del 12/4/2011 n. 14575, con la quale ha annullato l’ordinanza del tribunale di Roma che aveva accolto l’appello del Pm contro l’ordinanza di custodia domiciliare emessa dal Gip.

 In particolare, secondo la Suprema Corte il Tribunale ha “omesso ogni valida giustificazione e spiegazione sul punto specifico della necessità di aggravare la misura degli arresti domiciliari, non potendosi in particolare valorizzare al riguardo in modo significativo la indicata possibilità di comunicare tramite telefoni cellulari, per l’evidente rischio, problematicità e limitatezza di una tale modalità operativa al fine di portare utilmente avanti la specifica attività criminosa contestata”.

 

Sorrento 13/4/2011.

Avv. Renato D’Isa


[1] Art. 275 c.p.p. – Criteri di scelta delle misure

[omissis]

3. La custodia cautelare in carcere può essere disposta soltanto quando ogni altra misura risulti inadeguata. Quando sussistono gravi indizi di colpevolezza in ordine ai delitti di cui all’articolo 51, commi 3-bis e 3-quater, nonchè in ordine ai delitti di cui agli articoli 575, 600-bis, primo comma, 600-ter, escluso il quarto comma, e 600-quinquies del codice penale (3), è applicata la custodia cautelare in carcere, salvo che siano acquisiti elementi dai quali risulti che non sussistono esigenze cautelari. Le disposizioni di cui al periodo precedente si applicano anche in ordine ai delitti previsti dagli articoli 609-bis,

609-quater e 609-octies del codice penale, salvo che ricorrano le circostanze attenuanti dagli stessi contemplate.[omissis]

Annunci

Lascia un commento o richiedi un consiglio