Cassazione civile 2011

Cassazione Civile, II Sezione, sentenza del 4/4/2011 n. 7622. Il cliente non può contestare la fattura del professionista utilizzata al fine di ottenere finanziamenti

il commento in originale

Corte di cassazione – Sezione II civile – Sentenza 4 aprile 2011 n. 7622 – Commento

Il testo integrale

Corte di cassazione – Sezione II civile – Sentenza 4 aprile 2011 n. 7622

Lo ha stabilito la seconda sezione civile della Cassazione con la sentenza 7622/2011 che ha respinto il ricorso di una donna che, al fine di conseguire un’erogazione statale, aveva incaricato un professionista di svolgere una determinata attività.

La ricorrente, dopo aver presentato la domanda e riscosso il contributo servendosi del lavoro del professionista si è però rifiutata di pagare la parcella perché, a suo dire, troppo elevata.

La Cassazione ha invece affermato che la fattura doveva ritenersi tacitamente riconosciuta dalla committente dal momento che l’aveva “tranquillamente” utilizzata per la sua pratica ex lege 219/81[1], senza avanzare alcuna riserva sul contenuto.

Peraltro, la Corte ha, anche, precisato che le doglianze circa la presunta inadempienza del professionista nell’esecuzione della sua attività di controllo non poteva essere oggetto del giudizio di opposizione ma semmai  del giudizio del risarcimento del danno.

Infatti il certificato di collaudo e la documentazione contabile relativa all’attività del tecnico erano finalizzate all’erogazione del contributo ex lege 219/81, per cui la ricorrente era comunque obbligata a corrispondere al professionista il compenso una volta che aveva riscosso il contributo stesso che comprendeva anche la parcella del professionista.

A parere di chi scrive sorge un piccolo quesito: e se l’erogazione del finanziamento non fosse stata concessa??

Ai posteri l’ardua sentenza.

Sorrento, 5/4/2011.

Avv. Renato D’Isa

 


[1] Legge dello Stato 14/05/1981 n. 219 Conversione in legge, con modificazioni, del D. L. 75/1981, recante ulteriori interventi in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del novembre 1980 e del febbraio 1981.

il testo integrale

Legge 14-05-1981 n.219

Annunci

Lascia un commento o richiedi un consiglio