DECRETO-LEGGE 29 dicembre 2010 , n. 225 lo slittamento parziale di alcune materie per la conciliazione obbligatoria

1

 

Via libera del Senato al decreto “milleproroghe” che, dopo il sì di palazzo Madama approderà nell’aula di Montecitorio martedì 22 febbraio.

Passa così anche la previsone – contenuta nel maxiemendamento – di uno slittamento parziale nell’applicazione delle norme sulla mediazione.

 Il differimento, di dodici mesi, è, infatti, limitato solo alle controversie in materia di condominio e di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.

Lo slittamento parziale – Il testo del maxiemendamento prevede al punto 16-decies. che  «il termine di cui all’articolo 24, comma 1, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, è prorogato di dodici mesi, limitatamente alle controversie in materia di condominio e del risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti».

Quindi, dal 21 marzo prossimo la concilazione dovrebbe partire solo per le materie di diritti reali e divisione, affitto d’aziende, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazioni, comodato, risarcimento derivante da responsabilità medica e diffamazione e contratti assicurativi e bancari.

per consultare

DECRETO-LEGGE 29 dicembre 2010 , n. 225